Shop di Segnati il mio blog b

Consigli per gli acquisti

Link sponsorizzati inseriti nella pagina

Shop Cake design e crostate in pasta frolla

Stampo furbo Mary Ann

Acquista subito lo Stampo furbo Mary ann che ho usato per fare il dolce dedicato a mio marito

Puoi scegliere di fare il disegno anche con altri personaggi, e versarci all’interno una ganache al cioccolato al latte o fondente! Oppure provare una versione salata, con all’interno formaggio tipo Philadelphia e giochi di salumi per guarnire.

Crostata morbida per stampo furbo senza uova al cioccolato

stampo furbo mary ann

Kit coloranti in gel alimentare wilton

Acquista il kit di coloranti in gel wilton

Vi consiglio il kit comprensivo di bianco perché sono colori molto carichi e vanno miscelati con il bianco per ottenere tonalità più chiare.

Kit attrezzature da cake design 114 pezzi

questo kit l’ho preso per usarlo con la pasta di zucchero, e mi sembrava abbastanza completo, contando che io non avevo nulla per fare le torte in pdz, e all’occorrenza è utilizzato anche per le crostate in pasta frolla.

attrezzi cake

Matita faber Castell alimentare

Ho inserito la matita alimentare perché può essere utile quando si ricalca il disegno su carta da forno, per trasferirlo su pasta di zucchero o pasta frolla, essendo alimentare non dobbiamo più preoccuparci della mina!

Shop Informatica

Jumper ez-book 4s

Vi posto la versione aggiornata del mio portatile, laptop, io attualmente sto utilizzando Jumper ez-book 3s, con cui mi trovo molto bene, per essere un portatile cinese e di prestazioni medie. Non vi aspettate un utilizzo per il gaming perché non sarebbe un giusto acquisto, ma per quello che faccio io va bene, si può facilmente navigare in rete, usare i social, email, e… per ultimo ma non meno importante editare il mio blog.

jumper ezbook 3s

Tablet Yotopt

Ho inserito questo tablet perché l’ho acquistato recentemente e ho pensato di recensirlo. Effettivamente è egregio, fa il suo dovere, anche con questo navigo su facebook e altri social, apro la mail di gmail e carico in sincronizzazione le foto su google photo, inoltre è ottimo per far vedere qualche canzoncina o cartoni animati tipo Bing e altri a mia figlia su youtube e vari giochi tra cui parrucchiera, fruit nijia e i baby, perché ha uno schermo grande e con una buona luminosità e bei colori, l’audio è purtroppo mono, ma apparte all’inizio dopo ci si fa l’abitudine. Adesso è in offerta perché io quando l’ho acquistato non era corredato di pennino, mouse e tastiera, quindi anche per questa ragione lo consiglio ancora di più.

Corredato a questo tablet ho acquistato una custodia in gomma per prevenire le cadute. Attualmente è in offerta corredato di tastiera, mouse, touch pen e custodia in pelle

Un caffè espresso come al bar con la caffettiera a cialde e moca Gaggia

Un aggiornamento per l’acquisto della caffettiera che mi sono regalata subito dopo sposata e di cui non ne ho fatto più a meno, tanto da portarla in vacanza con me .. perché fa quella crema in superficie che solo le macchine professionali del bar fanno. Io l’ho acquistata nel 2015 quando si chiamava ancora Saeco Poemia, adesso Gaggia Viva style ma sono identici e hanno entrambi la funzione di pressurizzazione che crea la crema, e funziona ancora, con un po’ di manutenzione, per esempio ogni tanto smontare e pulire i filtro quello dove si aggancia il manipolo se si usa la moca perché con gli anni si ottura.

Come coprire i capelli bianchi con Silium e Bionike

Come coprire i capelli bianchi con Silium e Bionike.

Oggi vi dirò come fare a leggere la cartella colori di queste due marche di colorazione permanente, di cui già vi ho parlato tempo fa perché sono adatte a soggetti con cute molto delicata.

 

È importante sapere quale Nuance scegliere in base alla percentuale di capelli bianchi e al risultato che si vuole ottenere.

Vi ripubblico uno schema da utilizzare per miscelare il colore in modo corretto quando siamo in presenza di capelli bianchi.

percentuale capelli bianchi e miscelazione

Ricordiamo che abbiamo due tipi di colorante: serie naturale e la serie riflesso, la naturale è contraddistinta sulla cartella colori dai numeri da 1 a 10 senza la virgola.

La serie riflesso invece sulla cartella colori possiamo facilmente distinguerla perché hanno dei numeri dopo la virgola in genere due numeri o solamente uno.

L’immagine che segue è la foto della cartella colori Bionike

 

Questa invece è la cartella colori di Silium

cartella colori silium

È necessario in primis vedere il colore della lunghezza dei capelli, il modo più facile per farlo è accostare materialmente la cartella colori alla capigliatura in lunghezza e vedere quale colore più si avvicina a quello della lunghezza.

Sempre che il vostro intento è solamente ripristinare il colore delle lunghezze anche sulle radici oppure se invece volete schiarire molto in radice  o cambiare riflesso questa che vi sto scrivendo non è la procedura giusta ma ci sono altre modalità che non sono da fare in casa ma il consiglio è di andare da un parrucchiere.

La tabella delle miscelazioni è indicativa, perché nella foto non c’è il rapporto di miscelazione per una percentuale di capelli bianchi molto alta come l’80 o 90%. Dopo vi spiegherò come faccio.

Ipotizziamo che il nostro capello in lunghezza sia altezza di tono 7 e con riflesso dorato (3). In radice invece possiamo ipotizzare due scenari, molti bianchi oppure pochi, nel secondo caso conrollate che altezza di tono è la radice.

Nella cartella ci sono entrambi i colori, il 7 e il 7,3. Il primo è la serie naturale e il secondo è la serie riflesso.

Sempre ipotizzando che, avendo accostato la cartella colori, il nostro capello in lunghezza è un 7,3 e vogliamo ricreare la stessa altezza di tono tono in radice,  cosa facciamo se:

  •  abbiamo un’alta percentuale di capelli bianchi, miscelare la serie naturale con una inferiore quantità di riflesso. Esempio se si prepara un totale di 50gr di colore, su una percentuale di presenza di bianchi dell’80%, miscelare un 3/4 di 7 e 1/4 di 7,3; anche un po’ in più di 3/4. Quindi 37,5gr di 7 e 12,5gr di 7.3. Anche di più oppure possiamo un po’ arrotondate per facilità, quindi 38gr di 7 e 12gr di 7.3. Attenzione sempre soprattutto ai riflessi sul rame e rosso che se non dosati conla serie naturale possono anche in questo caso dare l’effetto “lampadina in radice.
  • abbiamo pochissimi capelli bianchi, e lo stesso tono per le radici e lunghezze possiamo usare semplicemente il riflesso senza fare miscelazioni, oppure miscelare il naturale in minime quantità. Attenzione ai riflessi che vanno nel rosso e nel rame, che utilizzati senza l’apporto della serie naturale e possono dare quell’ effetto “lampadina accesa” in radice. Quindi consiglio sempre anche in presenza di pochi capelli bianchi e soprattutto nell’uso di queste nuance di aggiungere qualche grammo di naturale. Per esempio su una percentuale di capelli bianchi molto bassa del 10% potete fare, 1/4 di naturale e 3/4 di riflesso, anche un po’ meno oppure arrotondate per difetto se vi vengono dei grammi con i decimali.

Può sembrare dispendioso perché queste colorazioni hanno dei prezzi più alti dei tubi classici, ma contate che in base alla vostra ricrescita uno dei due che acquisterete, sarà sempre più pieno dell’altro e quindi ci sarà comunque un certo risparmio.

Inoltre non possiamo usare la forza schiarente dell’ossidante, e quindi usare altri volumi se non quello previsto all’interno della confezione.

I casi che vi ho citato sono l’ipotesi che siamo sempre sul tono su tono e non è necessario schiarire la radice.

Se per esempio avessimo una lunghezza molto chiara, tipo un 8,3 e le radici sono scure altezza di tono 5 o 6, con una bassa percentuale di bianchi, e l’obiettivo è di schiarire le radici alla stessa altezza di tono delle lunghezze, perché a noi in questo momento ci interessa schiarire i capelli in radice scuri; perchè quelli bianchi si colorano semplicemente della stessa tonalità del prodotto colorante, consiglio di usare il 10 naturale, solo da applicare in radice perché quest’ultimo ha al suo interno dei toni freddi che smorzano un po’ l’effetto schiaritura che vira nel dorato ramato tipica dei capelli naturali delle altezze di tono 5 e 6 che hanno grandi quantità di melanine tendenti all’arancio. I toni freddi quindi smorzano questi toni e fanno venir fuori i toni dorati schiariti ad una altezza di tono 8 massimo 9.

Se la radice è più scura oppure si vogliono raggiungere schiariture più alte:

non si può usare il colore perché quest’ultimo ha una forza schiarente su capelli naturali di circa 3 toni. Quindi una radice di altezza di tono 5 possiamo farla schiarire al massimo di 3 toni soprattutto con questi colori molto delicati, quindi arriviamo ad un massimo di 8 toni, anche se utilizziamo un 10.

 

Quindi riepilogando

bisogna:

  • stabilire il risultato da raggiungere se restare sulla stessa altezza di tono oppure schiarire
  • cosa si vuole raggiungere l: in genere si vuole raggiungere lo stesso colore delle lunghezze anche nelle radici
  • analizzare l’altezza di tono in radice
  • analizzare l’altezza di tono in lunghezza
  • accostare i capelli alla cartella colori possibilmente alla luce del sole o luce naturale per non cadere in errore
  • stabilire quanto capelli bianchi ci sono (n.b. non sono i capelli bianchi il problema perché quelli si colorano esattamente del colore del prodotto colorante, ma sono i capelli naturali che ci sono per mezzo)
  • stabilire il rapporto di miscelazione tra serie naturale e la serie riflesso
  • la proporzione di miscela, quella è indicata sulla confezione, ed è stabilita comunque nei contenitori già preparati, comunque serve per calcolare come miscelare l’ossidante quando uniamo più Nuance, ed è in genere su questi prodotti di 1:1,5. Possiamo trovare anche 1:1e 1:2.
  • Colorare solo le radici, e massaggiare con il colore alla fine della posa le lunghezze.
  • Se la qualità dei bianchi è alta iniziare sempre con le file di capelli davanti.

Non so se sono stata chiara e può essere utile

Invia il tuo articolo

Invia il tuo articolo

Da un po di tempo sto organizzando questo nuovo servizio, puoi inviare un nuovo articolo e sarà pubblicato gratuitamente sul mio blog.

I contenuti dovranno essere:

  • originali (non presenti su altri siti)
  • almeno di 300 parole
  • non possono contenere link di affiliazioni
  • no contenuti offensivi e illegali
  • Non si può fare uso di marchi e loghi registrati, se non sono i propri. (per esempio: per indicare un particolare tipo di lievito per dolci, non si può inserire il marchio ma solo la dicitura “lievito istantaneo per dolci”)

vantaggi

  • visibilità sul mio blog
  • condivisione su tutti i miei canali social
  • pubblicazione del link verso il tuo blog, con blog  box description
  • argomenti: capelli, hairstyle haircut e haircolor, make-up, acconciature, consigli, colorimetria/SEO, wordpress e informatica/ricette, pasta frolla dipinta, pasta di zucchero/sui bambini consigli.

come fare:

ti puoi registrare direttamente nel mio blog, come contributore e iniziare fin da subito a editare il tuo articolo, se hai un po’ di dimestichezza con la piattaforma wordpress. Se non sai come editare scarica la mini guida. Come scrivere un articolo con l’editor classic

REGISTRATI PER INVIARE IL TUO ARTICOLO

Se non sai registrarti o non riesci a farlo contattami via mail che provvedo io a fare la registrazione.

Se non vuoi fare nulla di tutto ciò allora invia tutto a mezzo mail che provvederò personalmente a pubblicare il tuo articolo oppure compila il modulo

[contact-form-7 id=”5133674″ title=”Invia il tuo articolo”]

Email: segnatiilmioblog@gmail.com

Come redigere un articolo (vale sia per la registrazione diretta che per l’invio a mezzo mail):

  • titolo SEO
  • metadescription
  • corpo articolo
  • parola o frase chiave
  • tag o più tag
  • categoria
  • immagine in evidenza
  • immagine nel corpo del testo testo se differente
  • link al tuo blog con una sua breve descrizione, e tuo Nome o Nome d’arte

 

 

archivio personale di libri e riviste professionali per parrucchiere

un mio archivio personale di libri e riviste professionali per parrucchiere

 

Sul mio spazio privato tanti libri riviste, professionali del settore. Una piccola raccolta di tecniche, step by step, book tecnici, manuali e spero a breve di inserire anche tanto altro ancora, ricerche fatte in questi anni.

Attendere il caricamento dell’anteprima della mia pagina fan.

permanente passo passo due vecchi video

permanente passo passo due vecchi video

permanente passo passo due vecchi video

permanente passo passo due vecchi video

Salve a tutti vorrei condividere questi due vecchissimi video che feci quando seguivo i corsi di parrucchiere. Sono video molto brevi che mi servivano a ricordare le procedure per un corretto avvolgimento e per farlo in modo più semplice possibile.

sicuramente vedrete dei movimenti molto enfatizzati perché mi serviva a ricordare la procedura.

In effetti il segreto che mi dissero per un corretto avvolgimento era di cercare di stendere su tutta la lunghezza del bigodino i capelli epoca per farlo era necessario cercare di fare un movimento del bigodino che tendesse leggermente nell’obliquo per far sì che non venissero allargati alle estremità. Se invece avvolgi sempre stando allo stesso punto avviene questa caratteristica estetica e tecnica non adatta cioè che i capelli alle estremità fossero allargati.

Quindi per ricordare questa particolarità nel video ho enfatizzato il biondino in obliquo, cosa invece che deve essere fatto quasi impercettibilmente.

Inoltre il secondo video mostra come vanno posizionate le dita nel momento iniziale di copertura delle punte con la cartina.

 

 

 

un nuovo tutorial la piega liscio spettinato

Piega liscio spettinato scheda

un nuovo tutorial la piega liscio spettinato

Piega liscio spettinato scheda

ho pubblicato la scheda spiegazioni di un nuovo tutorial. La piega liscio spettinato.  Andate nel menù e cercate la voce “tutorial”.

buona lettura

Acconciature il segreto Camila

Le acconciature di Camila ne il segreto

Le acconciature della telenovela il Segreto. Focus su Camila

 

le acconciature di Camila sono molto belle, ricordano un po’ quelle che abbiamo già parlato in cuore selvaggio e milagros.

La differenza sta nella cura dei dettagli e nella definizione dei particolari. Le prime con dettagli molto definiti e molto precisi, mentre le acconciature di Camila hanno la stessa base di partenza, ma sono volutamente più “sporche” disordinate.

Pure nella loro esecuzione c’è un contrasto, voluto tra la parte frontale e la zona della nuca. La prima molto più definita, con delle trecce francesi che incorniciano il viso, fatte in modo molto pulito e il semiraccolto dietro un po’ più sporco quasi sbarazzino.

La base di partenza però è sempre la stessa, treccia francese classica che contorna il viso, divisa da una riga centrale stavolta, delle ciocche morbide leggermente ondulate, che incorniciano il viso sugli zigomi, un semiraccolto dietro, abbellito da due roselline semplici di capelli.

 

Ecco le sostanziali differenze:

  • Boccoli superdefiniti (in cuore selvaggio)
  • Boccoli molto definti in Milagros
  • Le ciocche che cadono sui zigomi molto ricci per Anna e Milagros
  • Le ciocche che contornano il viso per Camila ne il segreto sono solo leggermente ondulati, quindi solo accennati
  • Per Anna e Milagros corone di trecce, tanto che per Anna si potrebbe anche utilizzare un fermaglio fatto di capelli intrecciato.
  • Per Camila non c’è più la corona di trecce, ma la treccia francese classica che contorna il viso a mo di fermaglio
  • si introduce per Camila il rigonfiamento dei capelli sulla sommità del capo, che non c’è in Milagros e Anna.

Queste le principali caratteristiche che differenziano questi tre stili.

Voi ne trovate altri? Fatemi sapere se li riconoscete postando in basso alla pagina nell’area commenti.

un saluto a tutti

Vi lascio qui sotto le tre donzelle.

acconciature nel cinema e telenovelas Beatrice d’altomonte in cuore selvaggio

acconciature Beatrice d'altomonte

le acconciature nel cinema e telenovelas

Beatrice d’altomonte in cuore selvaggio

 

un altro personaggio di cui parlare è Beatrice, perché le sue acconciature erano molto più semplici per tutta la durata della telenovela, tranne le ultime puntate dove sono di poco più elaborate.

la sua acconciatura si caratterizza per capelli molto lunghi vaporosi e ondulati dal ciuffo fino alle punte, in alcune occasioni con una sorta di rosellina centrale.

Nelle ultime puntate ha iniziato a portare una treccia che girava dietro, ma sempre su una base vaporosa e ondulata, per finire con dei semiraccolti laterali con un boccoli scendente su una spalla. Nella puntata finale li portava sciolti.

Si pensa che era una parrucca perché in quel periodo nelle apparizioni in tv ai programmi di presenza portava un caschetto biondo fino alle spalle con frangia.

vi posto alcune foto delle sue acconciature.

acconciature Beatrice d'altomonte

Dall’inizio porta questo stile per quasi tutto il tempo, avvolte con quella rosellina dietro la nuca altre volte senza.

Queste onde possono essere riprodotte con un ferro e poi vanno pettinate in modo molto lento altrimenti si ottiene un effetto arrivato.

acconciature Beatrice d'altomonte

acconciature Beatrice d'altomonte

acconciature Beatrice d'altomonte

acconciature Beatrice d'altomonte

Quest’ultima è quella che mi piace di più perché molte semplice ma allo stesso tempo fine e particolare, non quella cascata di boccoli come erano quelle della sorella, ma pochi e poggiati in posti giusti cioè sulla spalla, come la penultima foto.

Spesso adornata di fiocchi acconciature Beatrice d'altomonte

le acconciature nel cinema. cuore selvaggio e Anna d’altomonte

acconciature Anna d'Altomonte

le acconciature nel cinema

Cuore selvaggio Anna d’Altomonte

Parto da questo articolo su Cuore selvaggio per fare un escursus sulle acconciature che più mi hanno colpito bel mondo del cinema, delle telenovelas e della tv.

Cuore selvaggio ci ha tutte appassionate negli anni ’90 e quindi vorrei parlare iniziando con loro e le acconciature che caratterizzavano il personaggio di Anna. Per chi l’avesse conosciuta era una delle più intriganti e provocatrici della soap.

Le sue acconciature erano molto sofisticate piene di boccoli trecce, spesso erano dei semiraccolti, con dei ricciolini che le contornavano la fronte e le guance.

acconciature Anna d'Altomonte

Spesso la zona frontale era a fascia con la riga che divideva in modo perfetto la figura, una corona intrecciata sulla sommità del capo, e boccoli molto stretti che scendevano fino alle spalle o più corti.

quando erano più corti i boccoli erano meno definiti e davano una maggiore spensieratezza.

Ho postato tre foto della stessa acconciatura, di base è costruita abbastanza simile, ma con delle piccole differenze; la prima a sinistra i boccoli dietro non sono super definiti come nella terza foto e sono tenuti da una coda leggera che cade su lato; la seconda i boccoli sono meno definiti e più corti, forse utilizzando i ferretti li hanno raccolti un po’ di più oppure erano davvero più corti i capelli, la terza invece sono molto definiti.

la corona di trecce può essere acquistata ed applicata sul capo oppure se i capelli sono molto lunghi prendere una ciocca di lato e farne una treccia. Con dei fermagli bloccarla sul capo.

su possono utilizzare pure delle extension per fare la treccia.

Per i boccoli un bel ferro a scelta per le misure.

la parte avanti invece, si traccia una fila centrale e si perdonano i capelli in modo da farli aderite in testa e li si fissano con un elastico sotto la nuca, che non si vede perché coperti dal resto dei capelli. Vi potete aiutare con una lacca per avere un effetto più attaccato al capo.

Appena posso cercherò di fare un video di questa acconciatura e degli schizzi per la procedura passo passo.

in basso una raccolta di foto di molte delle acconciature di Anna. Quasi tutti dei semiraccolti alti con boccoli, uno stile principesco.

Le differenze conla sorella si vedono e in un altro articolo vi spiegherò quali sono.

acconciature Anna d'altomonte acconciature

acconciature anna

 

 

Silium e Bionike le colorazioni permanenti senza ammoniaca

Questi nuovi coloranti: Silium e Bionike

Salve a tutte,

Ho inserito questa nuova pagina per informarvi e dare consigli su tutto quello che utilizzo e/o acquisto oppure potreste acquistare voi.

Oggi vorrei parlarvi delle tinture Silium Bionike.

Silium è una colorazione permanente che ha molte qualità ed è molto utilizzata e venduta; ho parlato con vari fornitori di prodotti per parrucchieri, profumerie ecc, e mi hanno detto che è una marca buona ed apprezzata da molte loro clienti che l’acquistano e la preferiscono alle solite colorazioni senza ammoniaca. Infatti la profumeria con cui parlai tempo fa (di Pozzuoli) mi disse che ormai le sue clienti molto salutiste acquistavano solamente questa marca… dimenticandosene delle altre in commercio.

La si può trovare in molti negozi, dalle profumerie ai fornitori per parrucchieri, ed in farmacia, ma vi sconsiglio l’acquisto in farmacia perché il prezzo tende a salire di qualche euro.

Adesso passiamo a parlare delle sue qualità: 

 – senza ammoniaca

– senza ppd 

– senza resorcina

– senza parabeni

– senza profumo

– e sopratutto è massima copertura dei capelli bianchi.

la cartella colori è molto vasta ha la bellezza di 42 nuances, inoltre visitando il sito ho visto che non vendono solo coloranti ma anche prodotti per lo styling e shampii, una linea coloranti per uomo una serie di 8 nuances, e dei colori temporanei per ravvivare i riflessi.

il prezzo si aggira intorno gli 8€ – a volte 7€ in qualche negozio.

Io l’ho utilizzata su alcune mie clienti che ne hanno fatto richiesta, ed effettivamente è una tintura che copre bene i bianchi, ed ha un bel risultato per le nuance. L’unico neo è che essendo così delicata in poco tempo si perde un po di colore, quindi è necessaria per le persone più esigenti dare una… “rinfrescata”.

Bionike è un’altra colorazione venduta solo nelle farmacie con gli stessi pregi del silium, ma con qualche accorgimento in più: infatti è anche nikel tested e gluten free.

– senza ammoniaca

– senza ppd

– senza resorcina

– senza parabeni

– senza profumo

– massima copertura dei capelli bianchi

– nikel tested

– gluten free

Quest’ultima per ora l’ho trovata solo in farmacia (al Vomero da De Tommasis a Piazza Arenella), ed è un pò più costosa tra i 12€ e 13€.

Questa marca inoltre è in genere consigliata dai dermatologi (per esperienza, di una mia conoscente)

Consigli per gli acquisti