la strategia di acquisizione clienti online: newsletter e freebie


freebie

Oggi vi parlerò di una nuova o più che nuova abbastanza collaudata da molti siti per acquisire clienti in rete, veicolare l’iscrizione a newsletter con la possibilità di poter scaricare e offrire gratuitamente delle guide, manuali, tips all’utente finale, e contattarlo successivamente “a puntate” nel suo servizio di posta elettronica, con la possibilità di fargli avere qualche altro piccolo contenuto gratuito, e per ultimo l’acquisto di un contenuto più completo ed esauriente.

Spesso su Facebook inciampo in queste strategie, perché cerco sempre informazioni e contenuti multimediali gratuiti di vario genere sempre attinenti con il mio sito e con quello che tratto, spesso questi argomenti che cerco sono fonte di ispirazione per contenuti multimediali “freebie” per questi siti. Spesso hanno la faccia delle Landing page, cioè pagine che si devono solo scorrere e che non hanno barre laterali, molto accattivanti e con pulsanti qua e là che attirano a scaricare il contenuto gratuito.

Vediamo di farne un esempio prova qui con pochi strumenti a disposizione, logicamente vi metterò qualche file semplice di prova perché in questa sede non è mia intenzione farvi scaricare nulla.

Ho creato questo modulo con i moduli presenti nei blocchi di gutemberg di jet pack. È molto semplice perché ho solo inserito il modulo newsletter e ho impostato dalla personalizzazione del blocco un redirect ad una url di drive dove sta un file, che si apre quando clicchi sul pulsante iscriviti.

Così come l’ho fatto è molto rudimentale, ma in personalizzazione blocco ti permette di collegarlo ad un servizio mailing che propone jet pack, che non ho ancora provato perché devo installare il plug-in che lo gestisce, inoltre jetpack, sempre dalla personalizzazione del blocco ti permette di scaricare la versione gratuita del crm, un programma che gestisce gli iscritti alla newsletter come utenti, perché come sta settato adesso, la mail dell’utente iscritto va a finire in un elenco visibile dalla dashboard di wordpress, sotto la parola “feedback”.

Ora che sappiamo fare un freebie, non so quando spero presto ne farò davvero uno.

usate gli strumenti google per il vostro sito web?


Usate gli strumenti di Google per il vostro sito web?

quali plugin usate per collegare Google e tutti i suoi strumenti per ottimizzare i siti web?

Per usare tutti gli strumenti di Google, bisogna prima conoscerli. Inserisco un breve elenco in questo articolo e cercherò di approfondirne la tematica.
Search console, Analytics, AdSense, tag Manager pagespeed insight, il plugin di riferimento vi Google che si chiama Google site Kit, foundings Choice.


Questi sono alcuni degli strumenti che Google mette a disposizione ma ce ne sono tantissimi altri studiati anche per le aziende di grandi dimensioni, non ho per esempio inserito nel primo elenco Google Maps, business, site, local guide, e tanti altri tra cui quelli più in uso Ma che non sono per forza collegabili al ottimizzazione di un sito web per esempio la mail di Gmail, che ultimamente per le aziende ha previsto un piano a pagamento dov’è ti dà l’estensione col nome della tua azienda invece di gmail.com.
Non dimentichiamoci anche di Google Ads che permette di pubblicare degli annunci a pagamento sul motore di ricerca.
Perché vi sto indicando tutte queste cose, la risposta è molto semplice perché da quando è stato inserito questo plugin Google site Kit, forse per molti utenti è ancora più facile scoprirne le potenzialità, perché quest’ultimo permette di poter collegare tutti questi servizi in un unico plugin quindi in un’unica piattaforma dove poter analizzare confrontare tutti i dati che provengono da Search console, da Analytics ed AdSense.


Infatti Google site kit permette proprio di collegare questi tre servizi e pagespeed.
Io già ho fatto questo per tutti i siti che ho, e finalmente tutti questi dati li posso vedere in un’unica schermata analizzare i dati di Search console le statistiche e quanto guadagno addirittura da ogni articolo tramite i dati di AdSense.
Per fare questo però bisogna collegare tra di loro all’interno delle singole piattaforme i servizi quindi collegare Analytics alla Search Console e ad AdSense, ma prima di fare questo bisogna iscriversi ai vari servizi e soprattutto per prima alla search consolle e inviare la sitemap. Per avere la sitemap, basta avere jetpack installato oppure yoast seo, e sempre questi due per inviare il codice tag html per far dialogare il sito con la search consolle, penso si può fare anche con site kit ma io avevo già yoast seo settato in precedenza per riconoscere la search consolle e quindi ho fatto i collegamenti solo con analitics e adsense.

Non voglio scrivere tutorial perché sicuramente in giro in rete già ce ne sono tantissimi, visto che io per prima sempre cercando in rete ho trovato come settare tutti questi, quindi trova inutile Per ora creare un ulteriore guida di cose che si possono benissimo trovare con tanta facilità in giro.

Io ne parlo qui giusto per dare un’indicazione di quello che si può fare per costruire da zero un sito quindi uno spunto per capire come muoversi per rendere il sito visibile nei motori di ricerca. Tra l’altro non solo Google Funziona in questo modo ma anche Bing Yahoo, perché anche loro hanno una piattaforma simile che si chiama Search console Tra l’altro Bing anche una piattaforma Maps, Quindi se volete che il vostro sito e la vostra attività sia presente in modo ramificato su Internet vi consiglio di inserirlo anche su altre piattaforme, Io per esempio ho inserito il mio sito su Google Maps Bing Maps, Google Business che sarebbe una sorta di pagina fan collegata a maps su Google per le attività per intenderci quando si fanno le ricerche su Maps escono quelle pagine che si collegano all’attività, sono quelle per intenderci. Bing Place, e tanti altri.

Consent management Platform


https://fundingchoices.google.com/

Stasera vorrei segnalare la possibilità di avere un servizio google gratuito, per la gestione dei dati ai fini della privacy. Questa piattaforma gestisce i dati personali degli utenti che entrano per visitare il sito, e può essere implementato facilmente sul blog, conforme al GDPR Europeo e il CCPA californiano.

Sicuramente se avete adsense, in questi giorni sarà arrivato un messaggio nella posta che parla di alcuni errori nel TFC, trasparency and consent framework, con questo servizio quindi è facile essere in regola con tutti questi “elementi” burocratici.

In una rete di internet dove questo servizio è quasi sempre a pagamento, spesso offrendo un piano base gratuito che però ha delle limitazioni, per esempio alcuni offrono il servizio ad un numero massimo di pagine del sito, superato il quale si deve acquistare la versione a pagamento, oppure il piano gratuito che prevede una gestione del consenso degli utenti fino ad un certo numero.

Basta entrare con il proprio account nel link che ho inserito all’inizio dell’articolo, dettagli consenso, inserire, i vari fornitori a cui vanno i dati, soprattutto quelli che inseriscono i banner pubblicitari, si può aggiungere anche un link alla nostra pagina privacy che abbiamo creato in precedenza. Dopo si deve creare il messaggio da inserire nel sito, peril trattamento dei dati personali europeo e quello californiano.

Dopo aver creato i messaggi, andare nella scheda implementazione per copiare lo script da inserire in un widget html posto nel footer o nell’header.

Plug-in essenziali


Quali sono per me i plug-in essenziali per costruire un sito in wordpress

  • Jet pack

Jetpack è un plugin essenziale per creare siti web in WordPress perché ha moltissime funzionalità che in genere sono previste per gli utenti che hanno un sito sulla piattaforma di wordpress.com, quindi permette di avere tutti i servizi che hanno loro. La maggior parte dei servizi sono usufruibili gratuitamente e sono: la condivisione sui social tramite i pulsanti di condivisione e la possibilità di mettere mi piace ai post, anche una sezione dove poter collegare il vostro sito ai motori di ricerca, quindi alla console dei motori di ricerca, ultimamente si è aggiornato all’ultima versione hai la possibilità di utilizzare un widget che permette la gestione della privacy quel banner che appare all’inizio del sito con il quale gli utenti possono accettare attraverso lo scorrimento della pagina il trattamento dei dati per la privacy, Inoltre anche molti altri widget come per esempio un box per le iscrizioni come follower al vostro sito, e la possibilità di utilizzare nell’editor di Gutenberg un form di contatto, così da non dover per forza installare ulteriori plugin per gestire i form di contatto. L’unico contro i form di contratto è che non è personalizzabile con ulteriori campi di inserimento. Il plug-in come penso si sappia ha la sua funzione base di proteggere dallo spam attraverso il collegamento ad un ulteriore plugin che vedremo è akismet, il miglioramento del caricamento delle pagine, il controllo degli attacchi di forza bruta, un’altra Chicca importante è la possibilità di avere tramite questo plugin i contenuti correlati in fondo ai vari articoli.

  • google site kit

Google site Kit è un plugin relativamente recente ma che riesce a gestire tutti i prodotti Google utili per la gestione del nostro sito: il collegamento e la visualizzazione delle statistiche di Search console, Analytics, page insight e AdSense.

  • wp fastest cache

Plugin è utile per creare la cache, per avere delle pagine con un caricamento più veloce Proprio perché sono già state caricate e salvate in questa “memoria”

  • akismet antispam

è un antispam, che se hai già installato jet pack può essere anche gestito da quest’ultimo

  • yoast seo

ti aiuta con la redazione di articoli in ottica seo friendly, permette di inserire la frase chiave, il titolo seo e una meta descrizione, ma fa tantissime altre cose, come collegare i vari motori di ricerca al sito, e la gestione social del sito

  • wp ultimate recipe

plug-in per creare ricette sei friendly, che permette a google di visualizzarle in quel formato di ricerca adatto, quello con l’anteprima con le due posate in basso.

  • AMP

plug-in che genera le pagine accelerate, acelerated mobile page, ultima tecnologia di Google per far visualizzare pagine più veloci e strutturalmente più semplici, immancabile

  • redirection
  • 404 to 301 redirect
  • wp post block
  • contact form 7
  • flamingo
  • In alternativa a contact form: il form dei contatti di jet pack
  • wp like button
  • comment-guestbook

questo plug-in permette di creare un guestbook usandoa tecnologia dei commenti nativi in wordpress, quindi le firme su libro ospiti andranno a finire con questo plug-in nell’area di gestione dei commenti di wordpress

Questo è un elenco di alcuni più importanti plug-in per avere le maggiori funzioni che servono ad un sito web.

A breve completero’ il tutorial con la descrizione dei singoli plug-in.

Intanto vi posso già dire che il mio sito è ospitato su aruba, ho il tema twentySventeen, e il suo tema child advanced Twentyseventeen, di cui vi parlerò a breve.

Quali hosting gratuiti Conosci?


a breve una guida su gli hosting completamente gratuiti o quasi che sto utilizzando per promuovere la mia attività di wordpress creator

Conosci qualche hosting gratis?

Sicuramente starai pensando alle offerte che in questo momento fanno i grandi colossi, in genere per il primo anno, ci sono offerte tra i 10 e i 20 euro, ma poi l’anno successivo il prezzo aumenta.

web hosting

E allora come fare per avere un hosting gratis o quasi gratis? Sei nel posto giusto leggi questa guida!!

Uno dei primi che ho sperimentato e ancora sto conoscendo, è Awardspace, tra i vari che ho scoperto è quello che più mi piace, perché apparte il piano gratuito, ha degli strumenti di gestione di siti web in wordpress veramente insostituibili, parlo soprattutto del file manager che rispetto ad altri oltre di caricare e scaricare i file e cartelle, permette di comprimere in un file zippato tutti i file, così da rendere il download più semplice e veloce.

Per il caricamento invece del file compresso, se è di grandi dimensioni potete farlo solo con un programma FTP, quello che vi posso consigliare in assoluto il più facile da usare è Filezilla.

Perchè allora ho scelto questo hosting?

perché ha questa funzione, un file manager che crea file zippati, e cartelle zippate, perché mi ero stancata di fare il caricamento di cartelle enormi, piene di file sfusi, e con un tempo infinito di upload.

Inoltre ho scoperto che ha pure dei piani di affiliazione che ti permettono di guadagnare, affiliazione tramite banner e la possibilità di diventare rivenditore di hosting.

Inoltre ha phpmyadmin per gestire il database, e l’installer tipo softoculus che permette in pochi click di installare wordpress sullo spazio web.

Come tutti i piani gratuiti, ti permette di scegliere un dominio di terzo livello, però ha rispetto ad altri delle estensioni davvero accattivanti suddivise per argomento, (mywebcommunity, myartsonline.com ecc)

L’unico neo è che nella versione gratuita non fornisce dei certificati SSL, che sono a pagamento

Lo spazio è molto stabile, io personalmente per ora lo sto utilizzando come prove per installazioni di wordpress, ma ha retto fino adesso bene a cancellazioni, spostamenti di backup tra diversi hosting, cancellazioni di plug-in ecc, senza darmi troppi problemi.

L’installazione di wordpress, come di qualsiasi altra piattaforma avviene in pochi click, e corredata già di alcuni plu-in essenziali come wp-super cache e all in one migration.

Lo spazio non è tantissimo ma per fare delle prove, modifiche per il sito principale va benissimo. Inoltre ha dei piani a pagamento davvero economici.

Quale altro hosting?

Ce ne sono davvero tanti, e mi sono iscritta quasi a tutti per provarli, offrono anche qualcosa in più come spazio e certificati, ma non hanno un file manager online che permette la compressione dei file, quindi sono da utilizzare solo con il programma esterno di ftp, tipo filezilla. Sono però assolutamente adatti alla creazione di siti “principali”, perché hanno nel piano gratuito, il certificato SSL, spazio web più grande e tutti hanno phpmyadmin.

Quelli di questa tipologia qui sono byethost e infintyfree. Entrambi hanno la stessa piattaforma di gestione cpanel, e stesso file manager online. Inoltre byehost ha un programma di affiliazione, e il programma rivenditori, però quest’ultimo anche se l’iscrizione gratuita, non fornisce di un dominio di terzo livello loro, quindi bisogna per forza inzialmente acquistarne uno, mentre Awardspace permette l’uso di un dominio di terzo livello loro associato al tuo account rivenditore, così da avere il tempo di rodare la piattaforma e vedere effettivamente la possibilità di un reale guadagno, fermo restando che il grosso del lavoro di pubblicità logicamente tocca a te.

web hosting

VISITA IL MIO NEGOZIO

Come inserire il vostro sito sull’app di WordPress per Android


Finalmente riesco ad utilizzare l’app di wordpress per Android non so se è l’ultimo aggiornamento disponibile ma in precedenza ho avuto problemi con l’app perché quando inserivo l’url del mio sito mi diceva che mancavano i permessi XML CRC, che però erano attivi nelle mie impostazioni.

Adesso per entrare utilizzo un altro metodo: nel momento della schermata dove puoi scegliere tra registrazione e accesso scelgo la seconda opzione, accesso, invece di utilizzare la stringa per inserire l’url e accedo tramite Google utilizzando la mia email associata all’account.

Il problema è risolvibile per ora così, in altre occasioni ho letto che ci si poteva inserire creando un altro account amministratore che però qualche volta almeno a me non ha funzionato.

Invece con questo metodo è molto più semplice e mi riconosce tutti i siti che io su piattaforma WordPress con quella mail.

L’unica pecca possiamo definirla così è che non si può entrare con un’altro account se già stiamo all’interno con una mail di Google. Quindi bisogna per forza uscire e rientrare con un’altra mail se il sito non è presente sotto la prima mail.

Schermata app WordPress

l’App è scaricabile dal play store presente su tutti i dispositivi Android e permette di visualizzare le statistiche, visualizzare e rispondere ai commenti, creare pagine e articoli. Per altre funzioni, soprattutto quelle legate ai plugin si deve per forza entrare nell’amministrazione.

Per esempio se sul blog avete n form di contatto gestito da qualche plug-in si deve per forza visualizzarlo tramite l’amministrazione e non tramite app.

Shop di Segnati il mio blog b

Consigli per gli acquisti

Link sponsorizzati inseriti nella pagina

Shop Cake design e crostate in pasta frolla

Stampo furbo Mary Ann

Acquista subito lo Stampo furbo Mary ann che ho usato per fare il dolce dedicato a mio marito

Puoi scegliere di fare il disegno anche con altri personaggi, e versarci all’interno una ganache al cioccolato al latte o fondente! Oppure provare una versione salata, con all’interno formaggio tipo Philadelphia e giochi di salumi per guarnire.

Crostata morbida per stampo furbo senza uova al cioccolato

stampo furbo mary ann

Kit coloranti in gel alimentare wilton

Acquista il kit di coloranti in gel wilton

Vi consiglio il kit comprensivo di bianco perché sono colori molto carichi e vanno miscelati con il bianco per ottenere tonalità più chiare.

Kit attrezzature da cake design 114 pezzi

questo kit l’ho preso per usarlo con la pasta di zucchero, e mi sembrava abbastanza completo, contando che io non avevo nulla per fare le torte in pdz, e all’occorrenza è utilizzato anche per le crostate in pasta frolla.

attrezzi cake

Matita faber Castell alimentare

Ho inserito la matita alimentare perché può essere utile quando si ricalca il disegno su carta da forno, per trasferirlo su pasta di zucchero o pasta frolla, essendo alimentare non dobbiamo più preoccuparci della mina!

Shop Informatica

Jumper ez-book 4s

Vi posto la versione aggiornata del mio portatile, laptop, io attualmente sto utilizzando Jumper ez-book 3s, con cui mi trovo molto bene, per essere un portatile cinese e di prestazioni medie. Non vi aspettate un utilizzo per il gaming perché non sarebbe un giusto acquisto, ma per quello che faccio io va bene, si può facilmente navigare in rete, usare i social, email, e… per ultimo ma non meno importante editare il mio blog.

jumper ezbook 3s

Tablet Yotopt

Ho inserito questo tablet perché l’ho acquistato recentemente e ho pensato di recensirlo. Effettivamente è egregio, fa il suo dovere, anche con questo navigo su facebook e altri social, apro la mail di gmail e carico in sincronizzazione le foto su google photo, inoltre è ottimo per far vedere qualche canzoncina o cartoni animati tipo Bing e altri a mia figlia su youtube e vari giochi tra cui parrucchiera, fruit nijia e i baby, perché ha uno schermo grande e con una buona luminosità e bei colori, l’audio è purtroppo mono, ma apparte all’inizio dopo ci si fa l’abitudine. Adesso è in offerta perché io quando l’ho acquistato non era corredato di pennino, mouse e tastiera, quindi anche per questa ragione lo consiglio ancora di più.

Corredato a questo tablet ho acquistato una custodia in gomma per prevenire le cadute. Attualmente è in offerta corredato di tastiera, mouse, touch pen e custodia in pelle

Un caffè espresso come al bar con la caffettiera a cialde e moca Gaggia

Un aggiornamento per l’acquisto della caffettiera che mi sono regalata subito dopo sposata e di cui non ne ho fatto più a meno, tanto da portarla in vacanza con me .. perché fa quella crema in superficie che solo le macchine professionali del bar fanno. Io l’ho acquistata nel 2015 quando si chiamava ancora Saeco Poemia, adesso Gaggia Viva style ma sono identici e hanno entrambi la funzione di pressurizzazione che crea la crema, e funziona ancora, con un po’ di manutenzione, per esempio ogni tanto smontare e pulire i filtro quello dove si aggancia il manipolo se si usa la moca perché con gli anni si ottura.

Le meta keyword serve inserirle?


Le meta keyword, ad oggi quanti punti interrogativi fanno venire anche ai migliori esperti SEO.

Serve ancora inserire? E Google come si comporta verso di loro?

Innanzitutto vorrei spiegare per chi è alle prime armi cosa sono le keyword, dette in italiano parole chiave, servono per far trovare un sito nei motori di ricerca, usando delle query che compongono le parole chiave inserite.

Sto introducendo questo argomento perché cercarlo nel repository ho trovato un plugin che permette l’inserimento delle keyword in un campo apposito presente nell’editor di WordPress.

Io l’ho cercato perché yoast seo, che già permette l’inserimento di una frase chiave non permette gratuitamente di inserirne più di una, per farlo devi acquistare il piano premium.

Sicuramente poi molti plugin sono influenzati dal fatto che troppe keyword non vanno bene perché Google ormai non le prende più in considerazione da molti anni, infatti il motore di ricerca più famoso preferisce i contenuti, tra l’altro negli ultimi anni G. tiene conto maggiormente delle metadescription, perché si è molto abusato dei meta keyword inserendo una miriade di parole che spesso non c’entravano nulla con l’argomento trattato in un determinato articolo.

 

premesso ciò ho voluto lo stesso trovare un plugin chi mi permettesse di avere un campo all’interno dell’editor di WordPress quando scrivo gli articoli o le pagine, che mi permettesse di inserire almeno una parola chiave in più rispetto a quello che mi permette l’altro plugin yoast SEO. È anche importante inserire come parole chiave gli errori ortografici che gli utenti della rete scrivono Quando fanno le ricerche sui motori di ricerca, inoltre è vero che Google ormai non considera più le meta Key World Ma è anche vero che altri motori di ricerca come Yahoo e Bing invece, ne facciano ancora uso.

È importante però usare questo plugin con attenzione e non riempirlo di parole chiave inutili, ma un massimo di 3 parole sono consigliate e soprattutto attinenti con l’argomento trattato nell’articolo in questione.

il il campo per l’inserimento delle Key Word lo troverete in fondo all’editor di WordPress dopo Yoast

Il plug-in si chiama se non l’ho già detto prima “G meta keyword” potete cercarlo in internet e scaricarlo, oppure direttamente nel repository di wordpress.

Come scrivere un articolo lungo su WordPress senza stancarsi

Digitazione vocale di Google


Salve a tutti Oggi vorrei parlarvi di come si può scrivere un articolo sul vostro blog di wordpress senza stancarsi troppo a digitare sulla tastiera.

Perché questo articolo? Perché sempre più spesso si utilizzano strumenti per scrivere sul blog che non sono comodi per le nostre dita, sto parlando di smartphone e tablet.

Sempre più in modo costante si utilizzano queste tecnologie che di per sé possono essere molto convenienti e molto all’avanguardia soprattutto se utilizzati per un uso tipo per navigare sui social, ma quando poi devono essere utilizzati per scrivere degli articoli sui blog, ma non solo sul blog anche documenti, perché ormai non utilizziamo più come una volta il computer fisso ma sempre di più gli smartphone, a questo punto è importante conoscere la possibilità di poter scrivere articoli lunghi in modo veloce corretto, quindi senza errori con la funzione digitazione vocale di Google. Come si accede a questa funzione? Questa funzione può essere utilizzata quando si visualizza la tastiera da Smartphone e da tablet per la videoscrittura, in questo momento infatti io sto scrivendo con questa modalità utilizzando un tablet e semplicemente dettando le parole che sto scrivendo.

Da quando ho scoperto questa funzione, menomale aggiungerei, adesso non mi fermo più a scrivere gli articoli sul mio blog anzi mi piace ancora di più condividere i miei interessi senza dovermi stancare troppo nella videoscrittura. Non so se questa notizia possa essere utile per molti di voi che utilizzano il blog come Life experience ma può essere molto divertente e soprattutto aggiungo rilassante potere scrivere tanto senza avevi più dolori alle dita.

Logicamente qeualche errore esce sempre, ma è molto più facile correggerli quando si è già scritto un bel testo lungo dove io vi sono veramente pochi, un consiglio io in questo momento sto usando il tablet che purtroppo fa qualche errorino in più nella dettatura rispetto allo smartphone, non so se è perché questo tipo di tablet non è di marca oppure perché semplicemente ha un audio forse inferiore, mentre lo smartphone della Samsung sono ottimi per la dettatura tramite questo programma di Google, perché fanno molti errori.

Quindi da ora in poi sicuramente troverete multi piu articoli scritti nel mio blog e spero anche “dettarvi”qualche tutorial in più.

Approposito questo programma va bene anche quando si detta la punteggiatura, infatti potete dire:

  • virgola
  • Punto interrogativo
  • Virgolette
  • Qui sto dettando: ,: ! “

Digitazione vocale di Google

Vuoi un aiuto per creare un blog ottimizzato per i motori di ricerca?


 


Oggi vi parlerò di wordpress e di come ottimizzare il vostro blog sui motori di ricerca.

Vuoi un blog che sarà tra i primi su Google?

Da oggi mi puoi chiedere di essere aiutato a creare il tuo blog indicizzato è posizionato sui motori di ricerca.

Il mio primo consiglio utilizzare come piattaforma hosting assolutamente Altervista, dove è ospitato anche il mio blog, questo perché ho già fatto delle ricerche e purtroppo molte piattaforme sono spesso a pagamento oppure hanno dei piani gratuiti però molto limitati, che offrono poco traffico e poco spazio mentre questo qui è ottimo e soprattutto permette l’utilizzo gratuito dei plugin scaricabili liberamente.

Vi posso creare personalizzare il vostro blog, inserendo vari servizi tra cui form di contatto, plugin per l’ottimizzazione delle pagine dal lato SEO , collegare tutte le piattaforme Google, dalla Search console, Google Analytics Google Place, guestbook , privacy con iubenda ecc, fare un’analisi delle Key Word per le ricerche nei motori di ricerca, posizionare il sito con contenuti interessanti proposti da voi oppure anche con il mio aiuto e supporto.

Perché contenuti interessanti? Google mette tra i primi siti nelle sue ricerche quei blog o siti che hanno contenuti lunghi un certo numero di parole almeno dai 300 alle 600 parole che siano interessanti e soprattutto risolvano il problema all’utente che cerca quel contenuto. Sì avviene ciò il vostro blog diventerà sempre più autorevole e con il tempo e con la costanza riuscirà a guadagnare le prime posizioni nei motori di ricerca. Come motore di ricerca posso anche aggiungervi i Bing e Yahoo, quindi collegare a questi due motori di ricerca le loro piattaforme di aiuto allo sviluppo dei siti web perché anche Bing e Yahoo hanno una Search console, hanno un Place, come Google oplace pure Bing e Yahoo hanno un Place per aggiungere il vostro luogo sulla mappa. È importante e questo verrà fatto collegare il blog a tutte le piattaforme social alle pagine fan, e ai sistemi di condivisione dei social.

inoltre è importante il collegamento del vostro blog alla piattaforma di wordpress.com che tramite anche il plugin Jetpack vi permetterà vi gestire e modificare il vostro blog tramite la piattaforma visiva wordpress.com, come se stesse utilizzando un sito su quella piattaforma invece lo stesso è ospitato su un altro hosting. Questo Ti permetterà di usare anche l’App di WordPress oppure usare la sua piattaforma on-line.Piattaforma WordPress.com

Un’altra cosa importante che posso fare per il vostro blog e l’inserimento della site Map nella Search console del motore di ricerca.

Diciamo che anche con l’aiuto di Altervista quello che vi darò sarà un blog chiavi in mano ad un prezzo piccolo piccolo e soprattutto che non prevede altri costi di gestione. Poi posso regolarmente inserirvi qualche contenuto chi mi invierete tramite mail ed io ve lo ottimizzo in chiave SEO.

È prevista anche la possibilità di seguirvi per un certo periodo iniziale di tempo nella personalizzazione del blog e insegnarvi di come fare Bing semplici attività, come per esempio creare un articolo oppure creare una ricetta, creare una pagina, personalizzare il plugin SEO per l’inserimento dei titoli e delle descrizioni.

Come creo il vostro blog:

  • apertura email di gestione
  • creazione sito su altervista o altre piattaforme
  • attivazione https
  • privacy e coockie policy attivata di iubenda
  • attivazione cloudfare
  • attivazione akismet antispam
  • inserimento gravatar per identificazione tramite immagine dell’amministratore
  • attivazione account collegato wordpress
  • attivazione e personalizzazione tema: (inserimento del logo nel’header, logo nella barra indirizzi, colore del sito, impostazioni pagina statica e pagina blog, …)
  • installare plug-in per la disabilitazione del right click (se richiesto)
  • istallazione e personalizzazione plug-in per il modulo contatti e del plug-in che funge da database per i contatti
  • installazione plug-in per gestire i redirect nel caso di pagine 404 e 301
  • installazione plug-in per guestbook e che gestisce anche i commenti
  • personalizzazione della scheda commenti
  • attivare la google search consolle.
  • inserimento sitemap nel sito e in google search consolle.
  • inseriremento link social.
  • inserimento widget nella sidebar e nel footer.
  • inserimento modulo contatti e personalizzazione con la privacy; invio delle richieste alla mail,
  • installazione flamingo.
  • eliminare le impostazioni temporanee di scoraggiamento vs i motori di ricerca.
  • attivazione Google analitics e istallazione plug-in analitics.
  • collegamento del sito alla pagina fan.
  • aggiungere i collegamenti con la privacy policy nel form di contatto
  • continuare ad aggiungere le pagine scritte e il resto degli album fotografici.
  • plug-inper la pubblicazione automatica su google business o meglio conosciuto come Google place, e per la pubblicazione automatica su tutti i social

Questa sono tutte le possibili operazioni che posso fare su un blog piattaforma WordPress. Logicamente si può personalizzare per esempio sì sei un fotografo esistono dei plugin appositi che permettono di avere la funzione lightbox la funzione di bloccare il doppio clic col tasto destro del mouse per evitare di far scaricare le foto. può essere questa una buona soluzione anche per i blog dedicati alle Arti pittoriche. Si può aggiungere inoltre un commerce per creare uno shop on-line tramite uno dei plugin più conosciuti woocommerce, inoltre ci sono ancora altri plug-in che permettono di vendere per esempio file scaricabili dopo l’acquisto, stesso woocommerce permette questo tipo di shop.

È importante per questo tipologia di shop usare la piattaforma PayPal di tipo business perché queste piattaforme di e-commerce accettano quasi sempre esclusivamente le mail PayPal di tipo business.

Spero di essere stata esauriente e di aver dato delle risposte ai vostri dubbi.