La CPU: componente fondamentale di ogni pc

La CPU, acronimo di “central processing unit” è una componente del computer che permette di eseguire i comandi dei programmi. Consiste quindi in un’unità centrale di elaborazione, conosciuta da molti utenti come “processore” o “microprocessore” dell’hardware, che coordina tutte le attività delle unità di elaborazione (schede di rete, video, audio). Il suo circuito è integrato, pertanto contiene al suo interno tantissime particelle elettroniche miniaturizzate.

Come funziona una CPU?

Ogni CPU agisce superando quattro fasi ben distinte, ovvero la fase di fetching, decoding, executing e write back. Nella prima fase la CPU raccoglie dati dalla memoria centrale per eseguire le operazioni. Questi dati vengono poi copiati in una memoria interna, chiamata cache, così da potervi accedere più velocemente al momento del bisogno. Nel momento del “decoding” invece il processore stabilisce quali dati deve eseguire nel “decode”. In fase di executing, viene definito l’ordine di esecuzione, raccolta e elaborazione dei dati tramite operazioni matematiche, così da inviare un messaggio di risposta. Infine, con il write back, il risultato viene copiato nella memoria per poi passare all’istruzione successiva.

Acquisto CPU: a cosa prestare attenzione?

In linea generale per scegliere una CPU è necessario valutare la frequenza di clock, espressa in Hertz, che ne indica la velocità. Oggi i 4GHz sono difficili da superare, in quanto a tali frequenze la CPU tende a surriscaldarsi, bloccando il funzionamento del pc. Sempre a seconda di questa caratteristica, la CPU può avere costi molto variabili, dai 50 ai 100€ per le CPU con 2 o 4 core, dai 150 a 250€ per chi cerca alte prestazioni video (gamer), dai 250 a 350€ per chi lavora con con editing video e sopra i 400€ per operazioni di rendering avanzate o per lavorare con enormi database. Altro aspetto da valutare è la grandezza di memoria cache, la scheda grafica integrata, il processo di produzione e la predisposizione all’overclock.

CPU ricondizionati e nuovi – Quali scegliere?

Un dispositivo ricondizionato è uno strumento tecnologico che viene messo in vendita solo dopo essere stato sistemato dal punto di vista estetico e tecnico. Spesso infatti capita che le CPU vengano rimandate indietro dagli utenti a causa di malfunzionamenti tecnici o altre imperfezioni e pertanto rimesse a nuovo per poi essere rivendute a prezzi inferiori. Il processo di rigenerazione può riguardare problemi estetici o funzionali ma in ogni caso l’articolo in questione viene coperto da una garanzia, che tranquillizza il cliente e lo tutela in caso di imprevisti. Da questo punto di vista la garanzia minima da accettare deve essere di 12 mesi. Le CPU ricondizionate quindi vengono controllate più volte prima di essere messe in vendita e sono praticamente come nuove, ma distribuite ad un prezzo molto più basso rispetto ai dispositivi nuovi.

Ovviamente, sia in caso di CPU ricondizionate che nuove, è essenziale effettuare acquisti in maniera consapevole, rivolgendosi a venditori professionali e dalla comprovata esperienza nel settore. Da valutare anche la presenza, sul sito dell’azienda scelta, di recapiti telefonici da contattare in caso di bisogno.

Default image
segnatiilmioblogit
Blog di Maria Amato Segnatiilmioblog nasce dall'unione di più siti settoriali, da un blog tematico di sole ricette, un Blog tematico professionale per acconciatori, e un ultimo più generale di vari argomenti.
Articles: 225

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.