Recensione la stanza film

La stanza film anteprima su Amazon prime video

  Ieri ho visto il film la stanza in anteprima su Amazon prime video.

Questo film subito mi ha catturato perché del genere horror misto ad un atmosfera cupa e da anime dei morti, inizia con la scena della protagonista Stella, vestita da sposa e su un balcone, con trucco rovinato dal pianto, che vuole buttarsi, rievocando un poco la sposa cadavere.
In una bellissima casa cupa, e piena di parati, dall’aspetto tetro e decadente, con luce che proviene dalle grandi vetrate della cucina, è un film che ti tiene incollato allo schermo, perché vuole raccontare la vita di questa donna, ma con un retroscena che non si capisce bene se viene dal futuro o dal passato o è solo frutto della sua immaginazione.
Lei vuole suicidarsi (e a come ho capito in un universo parallelo ci riesce visto che il ritorno del figlio, indietro nel tempo accenna alla sua morte che avviene in quel preciso istante in cui lui bussa al campanello insistentemente, e così facendo la distoglie, in questo periodo temporale, dai sui istinti suicidi, infatti poi chiude la finestra e non si butta giù).


Bussano alla porta, e lei inizialmente non vuole fare entrare questo sconosciuto, ma lui dice una frase che le fa cambiare idea.
Sembra che questo personaggio sappia tutto di lei, e di suo marito, che l’ha lasciata.

È un viaggio breve perché mi pare che il film duri 1 ora e 20 circa, nell’inconscio di lei oppure è un viaggio nel tempo dello sconosciuto che proviene dal futuro e che la conosce così bene che vuole salvarla?

Lo sconosciuto di nome Giulio, con i suoi atteggiamenti e le cose che rivela, mette un allarme stella che tenta di avvisare il marito con dei messaggi e questi arriva e quindi inizia un faccia a faccia, con lui che fa da intermediario (per così dire) tra marito e moglie, anche se le sue intenzioni verso il marito di lei sono tutt’altro che pacifiche, anzi lo vuole uccidere perché pensa che solo liberandosi del padre, può ritornare normale e non avere una vita di tribolazioni e di abbandono, che ha avuto nel suo futuro, dopo che la madre è morta.
Lui infatti da la colpa al padre, che in quella stanza (affianco alla stanza di giochi del bambino) da una fessura di una parete vedeva e ascoltava tutte le mancanze di rispetto che il padre aveva verso sua madre portandosi la sua amante.

Lui quindi riesce ad entrare perché si inventa una prenotazione di una camera online,  lei inizialmente non crede che sia possibile perché pensava che il marito avesse eliminato dalla rete tutte le offerte.(loro fittavano le stanze)

Ha verso di lei atteggiamenti dolci, ma inizialmente fanno pensare ad un maniaco, per esempio nella scena in cui lui odora la vestaglia di Stella, la protagonista, ma in un escalation di suspense e di maggiore rivelazione della verità si scopre che non lo è, ma ha certi atteggiamenti, perché lui cerca di riassaporare i ricordi della madre morta, appunto, annusando le sue vesti ecc.

Giulio lo sconosciuto quindi è il figlio adulto, che torna nel passato, nel momento in cui lei sta per suicidarsi per salvarla, delle sue disgrazie incolpa il padre, perché è sempre stato manchevole verso entrambi, addirittura abbandonandolo, ad un anno dalla morte di lei (ad un certo punto del film infatti dice al padre, che ha tentato di fare il genitore solo per un anno poi l’ha abbandonato, per l’altra famiglia che si era creato)


Quando però lo uccide, credeva di sparire, e ritornare nel suo tempo ed invece non è stato così e quindi ha capito che non era il padre l’unico problema ma stesso la madre, perché lei era colpevole di non averlo aiutato il nel momento dell’abbandono del padre lasciandolo chiuso nella sua stanza, senza mai dargli affetto, e questo affetto mancato che ha cambiato il ragazzo in un pazzo omicida, nella sua linea temporale.

Lei quindi capisce che ha sbagliato, oppure non so se capisce il preciso momento in cui ha sbagliato ma cerca di entrare nella stanza del figlio bambino (della nuova linea temporale) e appena entrata, lo vuole inizialmente salvare da se stesso adulto, che intanto cerca di aprire la porta, e poi lo abbraccia e gli dice che lo vuole bene. Appena dopo l’altro svanisce e non si sentono più le grida.

Io così ho interpretato il film, ma c’è un particolare che può far pensare che non è il futuro che ritorna nel passato, ma semplicemente una sua riflessione di quello che potrebbe succedere al bambino dopo la sua morte, una busta sul tavolo lasciata dal Giulio adulto, quella lettera, che inizialmente si vedeva sul letto di Stella nel momento che lei stava per buttarsi giù, era la stessa, solamente molto più vecchia e ingiallita perché il Giulio adulto l’aveva conservata per tanto tempo dopo la sua morte. Perché se lui sparisce nel momento in cui lei abbraccia il Giulio bambino dovrebbero sparire anche la lettera sul tavolo da cucina e le foto, e invece quando lei scende con il bambino in cucina trova tutto la.

Poi la scena dello yogurt di cui non vi racconto è emblematica, e continua alla fine a non metterci lo zucchero. Io invece glielo avrei messo.

La stanza?
Poi quale stanza si riferisce a quella del bambino oppure alla stanza affianco dove il padre si intratteneva.
Queste due stanze unite da un nuovo filo conduttore, il buco nella parete, quel buco che causa tantissimi problemi nel futuro del giovane.


Tra l’altro l’unica stanza un pochino più carina era proprio la sua l’unica di un colore acceso, perché era la stanza di un bambino, in contrasto con tutto il resto della casa, sempre cupa, buia, tetra, ti fa pensare che all’improvviso dietro qualche anfratto possa intravedersi qualche spettro.
Decisamente il mio genere di film
A me è piaciuto.
Vorrei sapere la vostra opinione, come lo interpretate ecc.
Scrivetemi nei commenti

Default image
segnatiilmioblogit
Blog di Maria Amato Segnatiilmioblog nasce dall'unione di più siti settoriali, da un blog tematico di sole ricette, un Blog tematico professionale per acconciatori, e un ultimo più generale di vari argomenti.

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

One comment

  1. Accidenti, che trama! Quasi quasi mi rifaccio l’abbonamento ad Amazon Prime per guardarlo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: