come ho installato wordpress sull’host di altervista

Come ho installato wordpress sull’host di altervista

wordpress altervista

oggi vorrei parlare di come ho installato wordpress su altervista, perché oltre a questo blog che è già integrato di wordpress, io ho un vecchio sito su altervista, come hosting.

All’epoca tra l’altro era possibile installare sia alterpage che wordpress, oggi invece no, se vuoi wordpress devi fare l’iscrizione per “alterblog” e loro ti faranno trovare wordpress già preinstallato, se invece vuoi l’hosting solamente devi iscriverti ad altersito.

Io non ho questa differenza e con il vecchio sito ho entrambi, ma solo perché è mooolto vecchio.

Infatti, prima era installato alterpage, che era la piattaforma per la creazione di siti semplici e wordpress di altervista.

Quindi avevo sotto la stessa directory: alterpage e wordpress di altervista così,

servizidiacconciatura.altervista.org (alterpage)

servizidiacconciatura.altervista.org/blog (wordpress di altervista)

Purtroppo però ultimamente ho danneggiato alterpage, e non è più presente sul sito ma solo wordpress, infatti per il primo avevo giusto impostato una semplice pagina bianca con quattro righe.

Poi non sapevo che farne di questo sito perché mi dispiaceva cancellare un host così vecchio che ha soprattutto questa particolarità, che oggi non ce ne sono più.

Dopo un po’ ho pensato perché non installare wordpress anche sulla directory principale? almeno così ho la possibilità di migliorare perlopiù dal punto di vista estetico questo sito, invece di avere la semplice pagina bianca.

ecco che l’ho fatto. Dopo vi dirò anche i vantaggi e svantaggi.

1) sono andata sul sito di wordpress.org e ho scaricato il file di installazione

2) nell’area del pannello dell’host, FTP, gestione file, accedi ho caricato il file zippato, da invia file, invia archivi complessi.

ftp di altervista

 

3) una volta installato, ho aperto il file readme.html dove sono scritte tutte le spiegazioni

 

questa è la schermata di spiegazioni

4) clicca su wp-admin/install.php

uscirà la procedura guidata per la configurazione del file wpconfig e per la successiva installazione di wordpress

ti chiederà di scegliere il titolo del sito, la password e una mail, successivamente ti chiederà tutte le informazioni per la configurazione del file wpconfig; queste informazioni riguardano i parametri di accesso al database

questa schermata non è dal cellulare come le altre perché ho dimenticato di fare lo screenshot, quindi questa visualizzazione è da pc, in inglese. Queste informazioni le troverete nel pannello di controllo di altervista.

5) se avete inserito i dati corretti vi farà installare il programma.

 

n.b. inizialmente quando l’ho scaricato si è andato a posizionare in una cartella wordpress, è necessario spostare tutti i file fuori da questa cartella altrimenti il sito ve lo ritroverete così:

servizidiacconciatura.altervista.org/wordpress

A me così non interessava, per cui ho ripristinato tramite backup del database e l’ho riportato a prima della modifica del database; lo spazio web dell’host non viene invece ripristinato, ma questo non fa nulla perché era importante solo il ripristino del database. Perché è importante anche solo il ripristino? perché la configurazione porta delle modifiche di tabelle all’interno di quest’ultimo, e nella procedura guidata diceva che per disinstallare wordpress dovevo cancellare queste tabelle nel database. Siccome ancora non ho tutta questa esperienza ho preferito riportare al backup precedente dove queste tabelle non c’erano.

Dopo aver fatto questo, sono di nuovo andata nella procedura guidata sempre tramite il file readme, e ho rifatto la procedura. Questa volta però non mi ha chiesto le informazioni di accesso del database, ma solo il titolo sito, username per entrare nel sito password e mail. (non me le ha chieste perché dopo il ripristino, i file di wordpress comunque non erano stati cancellati, perché altervista fa solo il ripristino del database).

adesso ho:

servizidiacconciatura.altervista.orgservizidiacconciatura.altervista.org (con installato wordpress di wordpress.org)

servizidiacconciatura.altervista.org/blogservizidiacconciatura.altervista.org/blog (wordpress integrato di altervista)

Ho scritto questa guida perché ormai il mio blog è come un grande pozzo di appunti personali che mi possono servire in futuro, e se può interessare a qualcuno tanto meglio.

Gli svantaggi ve li posso far vedere subito anche solo con un screenshot

Come si può vedere escludendo i plug-in che ho inserito successivamente, per il sito che finisce con /blog ha tutte queste funzioni in più perché wordpress è già precaricato e comprensivo an che di altre funzionalità che il classico non ha:

1) la bacheca molto più ricca, si visualizzano le statistiche,

2) Inoltre c’è il pilota automatico che ti permette poi di guadagnare con adsense

3) temi gratuiti

4) alcuni formati già integrati, ricette, tutorial, recensione libri

5) yoast già precaricato

6) privacy policy iubenda integrata

7) due temi messi a disposizione gratuitamente che hanno tecnologia steam less, che sono fluidi, leggeri e con la possibilità di personalizzare una sola volta per desktop e mobile contemporaneamente.

9) la funzione promuovi, che è già tutto integrato con i vari social

10) ecc perché non mi viene in mente altro

E allora vi starete chiedendo perché ti sei installata wordpress?

solo perché non avevo più alterpage, e come homepage avevo una semplice pagina bianca, che volevo personalizzare e renderla più carina. Tanto il mio sito principale adesso è questo da cui vi scrivo, inoltre non volevo perdere come ho detto prima questo host un po’ vecchio ma che ha queste particolarità che altri host più recenti non hanno più.

Comunque mi piace di più wp precaricato e con le funzioni aggiuntive che mi da il provider. Inoltre essendo la prima volta che mi cimento ad installare da zero wordpress, perché ho sempre utilizzato quelli precaricati, purtroppo non so mettere il protocollo https, e mi chiede di aggiornare Php. Per questo ancora devo capire come si fa, ma poco importa perché a me interessava giusto non avere una pagina bianca con poche scritte.

 

Default image
segnatiilmioblogit
Blog di Maria Amato Segnatiilmioblog nasce dall'unione di più siti settoriali, da un blog tematico di sole ricette, un Blog tematico professionale per acconciatori, e un ultimo più generale di vari argomenti.

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: